mercoledì 23 ottobre 2019

Nasce la Fonderia
Officina Meccanica Fregnan

Nonostante l'alluvione, lo spirito di iniziativa non si ferma. A breve la famiglia Fregnan apre un ulteriore stabilimento con annessa fonderia di ghisa a Castelfranco Veneto, la "Fonderia Officina Meccanica Fregnan", dedita alla produzione di componenti dei motori per OM Camion.

L'intraprendenza di Dante non passa inosservata tant'è che riceve l'onorificenza di Cavaliere di Vittorio Veneto. 

Qualità "Verde"

Fu una delle prime fonderie "pulite" in quanto fondeva i metalli con il calore generato dall'elettricità e non dal carbone, elettricità che proveniva dalla diga del Vajont.

A dimostrazione della continua ricerca della qualità e della certificazione della stessa, nel 56 Dante si reca in Svezia per ottenere il marchio "DAROS" (una sorta di certificazione di qualità) per fondere la ghisa acciaiata per produrre cilindri per motori. Per recarsi in Svezia, ottiene l'allora necessario "Permesso Internazionale di Condurre" di cui pubblichiamo le prime pagine.

Se vuoi sfogliare la storica "Patente", fai click sul permesso qui sotto.

Si susseguono gli anni e a metà degli anni sessanta purtroppo un brutto giorno Dante lascia i suoi cari.

Se ne va inaspettatamente in un giorno lavorativo qualunque, fino all'ultimo minuto nella sua azienda, senza smentire la sua fama di grande lavoratore ed imprenditore che fino in fondo ha seguito le sue creature, tra le quali le sue aziende.

Prosegui nella storia: il ritorno di Roberto in Casentino 

La Fonderia Officina Meccanica Fregnan

L'interno dell'Officina

Foto di famiglia all'esterno della fonderia.
La signora a destra con il vestito chiaro, è Maria, affiancata a destra dal marito Aldo e a sinistra da Dante, suo suocero.
In ginocchio davanti è ritratto il giovane Roberto.

Questo è un posacenere "gadget"
della fonderia Fregnan

Privacy  -  Copyright Fregnan Group P.IVA 01197510512   -  Accedi  -